Dora Vanelli – Comunicare l'Impresa
Loading
15Nov

Mostra a Treviso: “Rodin. Un grande scultore al tempo di Monet”

By: doraVanelli \ Comments: 0 \ Date: 15 novembre 2017

Mi collego all’articolo che ho scritto ieri per parlare ancora di Auguste Rodin perché il 24 febbraio 2018 verrà inaugurata una mostra a Treviso che si svolgerà nel Museo di Santa Caterina  che per l’occasione aprirà gli spazi integralmente restaurati della sala ipogea.

Treviso è stata scelta dal Musée Rodin di Parigi per accogliere la mostra conclusiva delle Celebrazioni per il primo centenario della scomparsa dell’artista  (1840 – 1917) e l’evento va a completare il programma di grandi esposizioni che quest’anno ha già coinvolto tra gli altri il Grand Palais a Parigi e il Metropolitan a New York.

Marco Goldin , curatore della mostra, ha scelto una ottantina di opere – compresi i suoi capolavori fondamentali. In un opportuno confronto tra sculture, anche di grandi dimensioni, e disegni;  Rodin infatti iniziò il suo percorso artistico proprio frequentando la Petite Ècole, dove studiò disegno e pittura, avvicinandosi solo successivamente alla scultura.

In accordo con il Musée Rodin, Marco Goldin ha selezionato 50 sculture e 30 opere su carta.
Tra le prime saranno presenti tutti i capolavori più noti dello scultore. Dal Bacio (immagine della mostra) al Pensatore, al Monumento a Balzac, all’Uomo dal naso rotto, all’Età del bronzo, sino ai bozzetti, spesso di ampio formato, delle opere monumentali, ovviamente intrasportabili o mai completate. I Borghesi di Calais e la Porta dell’Inferno, tra le tante.Realizzata con la collaborazione decisiva del Musée Rodin di Parigi, si comporrà di 50 sculture tra cui tutte le sue celebri dal Pensatore al Bacio, e 30 opere su carta, specialmente i bellissimi acquerelli.

La mostra è promossa dal Comune di Treviso e da Linea dombra e da quest’ultima organizzata e a tale proposito per entrare nel clima del tempo vissuto da Rodin, e per conoscere di più la sua opera straordinaria che lo ha fatto diventare uno dei massimi scultori di tutti i tempi , Marco Goldin, terrà un ciclo di due lezioni dal titolo Rodin e il suo tempo.

La prima lezione si svolgerà giovedì 30 novembre 2017, alle ore 20.30 (apertura porte ore 19.30), nel Teatro Comunale di Treviso(Corso del Popolo, 31) e avrà per titolo:
Dal “Pensatore” al “Bacio” alla mostra del 1889 con Monet
La seconda lezione si svolgerà lunedì 11 dicembre 2017, alle ore 20.30 (apertura porte ore 19.30), nell’Auditorium del Museo di Santa Caterina di Treviso e avrà per titolo:
Gli anni della maturità e il libro di Rainer Maria Rilke sullo scultore
Le lezioni sono gratuite con registrazione obbligatoria 
La mostra si aprirà  sabato 24 febbraio e chiuderà domenica 3 giugno 
Read More
14Nov

Il “Museo Segreto” di Rodin

By: doraVanelli \ Comments: 0 \ Date: 14 novembre 2017

Mi sono imbattuta in un libro inaspettato, edito da Rizzoli.

A 100 anni dalla morte di Auguste Rodin si  svela la raccolta inedita di disegni erotici che lo scultore francese aveva custodito gelosamente in un misterioso cartone classificato come ‘Museo Segreto’.

La collezione venne scoperta proprio alla scomparsa dell’artista, il 17 novembre 1917, e a mostrarla è ora il libro Rodin-I disegniproibiti“che esce in collaborazione con il Musée Rodin di Parigi (che consiglio a tutti di visitare) di cui è direttrice dal 2012 Catherine Chevillot, autrice della prefazione.

121 fogli con disegni e acquarelli che restituiscono una frenesia creativa audace, tanto più se si pensa che Rodin aveva superato la sessantina mentre creava quelle opere in cui il sesso è protagonista, scandalose per l’epoca e straordinariamente moderne.

Sono nudi di donna in pose  quasi acrobatiche che diventano una sfrontata galleria che celebra l’autoerotismo e l’omosessualità femminile.  “Rodin scelse di esplorare il disegno erotico non per provocare, ma per cogliere ciò che da sempre inseguiva: la vita, il flusso vitale” sottolinea la Chevillot.

La cosa sorprendente è che questi “nudi femminili, decontestualizzati, totalmente affrancati da ogni accademismo così come da ogni tabù morale, bastano a se stessi” come viene sottolineato nel libro. E soprattutto la libertà espressiva e trasgressiva di quei lavori fa uscire una carica erotica ancora intatta a cent’anni di distanza.

Costo su Amazon euro 29,25

Read More
13Nov

La nascita della comunicazione moderna

By: doraVanelli \ Comments: 0 \ Date: 13 novembre 2017

Segnalo una mostra di “nicchia” che ieri ho visitato alla Fondazione Magnani Rocca e che ho trovato molto interessante. Da pochi anni è stato aperto a Parigi il Museo della Pubblicità, in un’ala del Louvre; in provincia di Parma, a Mamiano di Traversetolo, la Fondazione Magnani Rocca rende omaggio alla nascita e allo sviluppo in Italia a quella che è la più grande forma artistica del XX secolo: la Pubblicità.

Circa 200 tra manifesti e bozzetti scelti dai curatori Dario Cimorelli e Stefano Roffi raccontano le aziende e i loro prodotti quando l’invenzione del tempo libero e il consolidarsi della società dei consumi aprì la strada all’affermazione di tanti marchi.

Fin dal 1910/1930   il manifesto esprime il valore della marca attraverso la realizzazione di un territorio simbolico di appartenenza alla cui creazione l’autore del manifesto collabora col suo stile: Leonetto Cappiello, Erberto Carboni, Marcello Dudovich, Sepo, Federico Seneca , Armando Testa, per fare alcuni nomi.

Non solo  forme di comunicazione ma vere opere d’arte la cui creatività è finalizzata alla persuasione.

Fino al 10 dicembre 2017.

 

 

 

 

 

 

Read More
28Ago

Le mostre autunnali in giro per l’Italia

By: doraVanelli \ Comments: 0 \ Date: 28 agosto 2017

 

Pablo Picasso. Tra Cubismo e Neoclassicismo: 1915- 1925

Dal 22 settembre al 21 gennaio 2018 alle Scuderie del Quirinale di Roma potremmo ammirare un centinaio di opere del maestro  provenienti dai maggiori musei internazionali.

Van Gogh. Tra il grano e il cielo

Dal 7 ottobre all’8 aprile  nella Basilica Palladiana di Vicenza .  Oli  e disegni ricostruiranno la vicenda umana e artistica del pittore olandese.

Duchamp, Magritte, Dalì. I rivoluzionari del ‘900

Dal 16 ottobre all’11 febbraio  al Palazzo Albergati  di Bologna  con oltre 200 opere degli artisti

Monet

Dal 19 ottobre   al Complesso del Vittoriano  di Roma;  circa 60 le opere provenienti dal museo Marmottan di Parigi che racconteranno il suo  lavoro  dalle celebri caricature fino alle monumentali Ninfee.

Chagall. Sogno di una notte d’estate

Dal 14 ottobre  al Museo della Permanente a Milano  una mostra-spettacolo unica nel suo genere che non si limita a semplici proiezioni, ma al coinvolgimento totale dello spettatore

Il mondo  di Toulouse-Lautrec e di Caravaggio

Dal 29 settembre    al Palazzo Reale di Milano  verrà inaugurata, nel giorno della nascita del Merisi, una mostra evento “Dentro Caravaggio” che andrà a scavare nell’interiorità dell’artista.

Dal 14 ottobre sempre a Palazzo Reale “Il mondo fluttuante di Toulouse-Lautrec”  porterà il colore e la vivacità della Parigi di fine secolo che ha caratterizzato lo stile dell’eccentrico artista francese.

E buttando un occhio al di là dei confini italiani:

Monet sarà protagonista anche al Detroit Institute of Arts (dal 21 settembre al 4 marzo 2018), mentre al MET dal 31 ottobre si terrà un’esposizione monografica dedicata a Munch. La Tate Modern di Londra ha scelto invece di omaggiare l’Italia con le opere di Modigliani, in mostra dal 23 novembre al 2 aprile 2018.

Non ci resta che iniziare a programmare il nostro autunno artistico!

 

 

 

Read More