Dora Vanelli – Comunicare l'Impresa
Loading

Archive for ‘Eventi’

AUGURI AL MAESTRO ARNALDO POMODORO

By: doraVanelli \ Comments: 0 \ Date: 21 novembre 2016
Arnaldo Pomodoro

Dal 30 novembre 2016 al 5 febbraio 2017, Milano festeggia i 90 anni di Arnaldo Pomodoro con una grande antologica contemporaneamente allestita in più sedi e un percorso che abbraccerà l’intera città.

Il fulcro espositivo sarà a Palazzo Reale nella Sala delle Cariatidi, La Triennale di Milano e la Fondazione Arnaldo Pomodoro ospiteranno invece altri suoi quattro progetti culturali mentre il  Museo Poldi Pezzoli, nella Sala del Collezionista, si soffermerà sulla passione per il teatro

Completa il percorso espositivo un itinerario artistico che collegherà più punti della città. Da Piazza Meda con il Grande disco, scelto quest’anno dai milanesi come una delle icone simbolo della città, a Largo Greppi con Torre a spirale collocata di fronte al Piccolo Teatro, fino a un luogo tra i più segreti e affascinanti di Milano, Ingresso nel labirinto – un ambiente di circa 170 mq – costruito nei sotterranei dell’edificio ex Riva Calzoni di via Solari 35, già sede espositiva della Fondazione.

La mostra è  curata da Ada Masoero in collaborazione con Skira

Fondazioneimages-1

fondazionearnaldopomodoro.it

info:

30 novembre 2016 – 5 febbraio 2017
Ingresso Palazzo Reale
Intero 8 euro
Ridotto 5 euro

 

Read More

Anche Bologna ospiterà Frida Kalo e la Collezione Gelman

By: doraVanelli \ Comments: 0 \ Date: 1 novembre 2016
frida kalo

Dal 19 novembre a Bologna avremo  Frida Kalo ospite nei saloni di  Palazzo Albergati e organizzata da Athemisia.

Negli ultimi due anni, tra il 2014 e il 2015, l’artista è stata la protagonista indiscussa di due retrospettive  differenti tra loro per il taglio dato dal curatore: una a Roma e una a Genova.

A Bologna avremo un percorso dedicato alla sua storia di donna oltre che di artista, ai ritratti, e autoritratti che giungono direttamente dal Messico .

E accanto a lei, a fare da cornice, gli uomini di Frida: uno su tutti, il pittore e ‘muralista’ Diego Rivera. Accanto alle sue opere, la mostra offrirà infatti  anche alcuni lavori del pittore messicano  l’uomo che l’avvicinò all’arte e che la sposò nel 1929, dando vita ad un matrimonio sofferto ma altamente intenso.

La mostra resterà aperta fino al 26 marzo 2017.

 

Palazzo Albergati, Via Saragozza 28

Apertura tutti i giorno dalle ore 10,00 alle ore 20,00

www.palazzoalbergati.com

 

Read More

ASSONANCE DESIGN

By: doraVanelli \ Comments: 0 \ Date: 8 marzo 2016


Così come scrisse Henri Poincaré: “Creatività è unire elementi esistenti con connessioni nuove”


Desidero, oggi, presentare un progetto in cui credo molto e a cui sto collaborando che è
Assonance design, un giovane marchio nato dall’idea di Elisabetta de Ritis Patrizi.
Dopo una  ventennale esperienza nel mondo della grafica pubblicitaria e da sempre appassionata di arte e design, Elisabetta de Ritis Patrizi ha sviluppato un progetto di merchandising esclusivo, creando  una linea di bijoux  e oggetti per la tavola ispirandosi ai colori e alle decorazioni di Palazzo Patrizi, di Piazza San Luigi dei Francesi a Roma.
La sua idea è stata quella di comporre un grande progetto in divenire costante;
innamorata della collezione Meissen di porcellane, ha creato “Cunegonda”,una linea per la tavola (sottopiatti e sottobicchieri) e una linea di bijoux che si possono acquistare solo all’interno del Palazzo e presto anche on line.



Il servizio Meissen, conservato nella sala da pranzo di Palazzo Patrizi, è composto di quasi 200 pezzi e fu ricevuto in dono nel 1796 dal padre di Cunegonda di Sassonia che sposò Giovanni Patrizi.
La manifattura reale di Sassonia di Meissen lo realizzò appositamente per lei con decoro “uccelli”.
La collezione è compatta, mai smembrata ed è un vero “unicum”. 
Ora, i pappagalli, le gru, le beccacce, i pavoni e tanti altri bellissimi pennuti, si staccano dalle porcellane per spiccare voli propri su tavole apparecchiate e sugli accessori firmati Assonance design.
Un altro soggetto su cui Elisabetta de Ritis Patrizi si è  concentrata sono  i fiori, decorazioni  a tempera delle pareti della sala da pranzo della metà del XVIII secolo. Dagli anemoni, dai petali d’oro e foglie d’acanto in tono azzurro su fondo color dell’aria sono nati bijoux, orecchini e collane e spille di rara  raffinatezza

  

 Assonance Design – Palazzo Patrizi-Piazza San Luigi dei Francesi n.37- 00186 Roma

Read More

RELAZIONI – CORSO DI TEATRO LABORATORIO 41

By: doraVanelli \ Comments: 0 \ Date: 14 gennaio 2016
Lunedì si incomincia il laboratorio teatrale presso il Laboratorio 41
 
Un’azione, perché sia necessaria, deve rispondere innanzitutto ad una domanda: di cosa c’è bisogno? Di cosa c’è bisogno, qui e adesso? Come posso servire l’esistente o un altro essere umano? Contemplando l’esistente, accogliendo un altro essere umano. E per accogliere abbiamo bisogno di creare spazio e tempo: all’interno di noi stessi, del nostro pensiero, del nostro corpo e all’esterno di noi stessi, nel mondo in cui viviamo. Come avviene tutto questo? Allenando con cura il nostro corpo, la nostra voce, la nostra capacità di ascoltare e di ricevere per restituire una risposta appropriata; in una parola, bisogna essere costantemente “presenti”.
 
Il Teatro, inteso come mezzo e non come fine, è uno dei luoghi in cui è possibile allenarsi alla presenza, un luogo in cui tutte le azioni devono essere necessarie, dove tutte le parole devono essere fondanti, dove le relazioni tra esseri umani sono tutto. Così facendo ci accorgeremo che non sarà più necessario cercare una giustificazione al nostro agire e che le azioni stesse , forse, non esistono. Esistono solo le reazioni.
 
Il nostro insegnante è Daniele Bergonzi 
Daniele-Bergonzi
Nel 2001 si diploma con Gabriele Vacis in Regia Teatrale alla Scuola Civica di Arte drammatica “Paolo Grassi” di Milano, durante la quale si forma sotto la guida di numerosi professionisti di fama internazionale come Jerzy Sthur, J.C. Carrière, P.Brook, J.Alschitz, Roberto Bacci, I.Kuniaki, C.Meldolesi e molti altri.
Nel 1999 cura la regia degli spettacoli “Viola” e “Gemelli”, andati in scena al Piccolo Teatro di Milano. Nel 2002 fonda la Compagnia Fantasma. Nel 2006-07 lavora a Radio Rai 2. E’ attualmente il direttore artistico del Laboratorio 41 di Bologna.
Read More

IL PROGETTO I LOVE BO

By: doraVanelli \ Comments: 0 \ Date: 7 dicembre 2015
I love Bo è un progetto ideato per dare maggiore visibilità al valore imprenditoriale delle piccole imprese e delle botteghe artigiane che da sempre rendono  viva e dinamica  la città di Bologna.
L’intento è quello di creare un vero e proprio “marchio di fabbrica” con cui diffondere l’identità, la bellezza, l’autenticità  della città.
Si è pensato ad una linea di merchandising made in Italy di altaqualità che abbia un logo riconoscibile e fortemente simbolico:  un cuore al cui interno emerge il nostro skyline.

Una linea di prodotti ad impatto immediato, originali e alternativi, con un packaging personalizzato e curato nei minimi dettagli.
Ad accompagnare ogni prodotto una shopper dedicata e un pieghevole esplicativo della sua storia.
Le palline natalizie inaugurano questo progetto: pezzi unici, lavorati a mano con la tecnica decorativa del découpage.
Il colore scelto è l’arancione per rimandare al colore degli storici tetti bolognesi.
Vengono proposte in edizione limita all’interno di una scatola di cartone; sono tutte personalizzate con l’anno corrente, 2015, per cui ogni anno avrà la sua palla “special edition”
Nascono come proposta regalo natalizio alternativo e vengono vendute a 6 euro l’una, presso i saloni di parrucchieri I Brunelleschi.
Questa è un’iniziativa  che sostiene l’I.R.S.T. (Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori) per cui per ogni pallina venduta, una percentuale sarà donata al Centro di Meldola (FC), dedicato alla cura, alla ricerca clinica, biologica e traslazionale e alla formazione in campo oncologico.
 
Read More

Il teatro, finalmente con me

By: doraVanelli \ Comments: 0 \ Date: 3 dicembre 2015
Capita che nella vita accadano cose che ti facciano invertire completamente il senso di marcia. 
Quel percorso che credevi fosse quello giusto non è più la “tua”strada .
Ho ripreso in mano un progetto che avevo lasciato in sospeso da anni: il teatro.
Il più bel mezzo artistico in assoluto per conoscere sè stessi ed emozionare gli altri.
Non si dovrebbe mai mettere da parte la propria vita, per niente e nessuno, ma spesso noi donne lo facciamo. 
Ma il destino mi ha riportato “qui,  per riappropriarmi di una parte di me, per riscoprire il gusto del gioco e caricarmi di nuova energia  e soprattutto per entrare in contatto con una dimensione diversa, più intima e naturale.
Perché il teatro è vita, è creatività, è sapersi relazionare con gli  altri nel modo più semplice possibile non solo utilizzando la voce e la timbrica ma soprattutto il corpo e la comunicazione non verbale.
E poi, la cosa ancora più appagante, è la magia di  condividere questa esperienza  con persone “belle” che mi hanno stretto in un legame di amicizia al di fuori del  tempo e di ogni mia più lontana aspettativa.
Read More
12